Notizie e Approfondimenti

AGLIO DI VESSALICO, DAL TACCO DI UN ANGELO

La leggenda racconta che l’aglio nacque da una impronta che il demonio lasciò sul terreno quando venne cacciato dall’Eden.

Non deve essere andata così per quello che cresce nell’alta Valle Arroscia nella Liguria occidentale, noto come Aglio Bianco di Vessalico (uno degli 11 piccoli comuni del comprensorio), che per le sue caratteristiche sembra più il frutto del passaggio di un angelo.

Ha tantissime qualità salutistiche, un aroma delicato, un sapore intenso e piccantino ed è molto digeribile.  Figlio del clima mite del mare che accarezza le Alpi della Liguria l’Aglio Bianco di Vessalico è un prodotto fondamentale ed estroverso della gastronomia ligure: da un lato è parte integrante della dieta mediterranea dall’altro è un ingrediente di spicco della “cucina bianca”, il cibo della transumanza pastorale che accomuna le popolazioni dei monti liguri, del cuneese e delle valli occitane della vicina Francia.

Per le sue caratteristiche è considerato l’ingrediente che meglio si sposa con il basilico per produrre un ottimo Pesto (d’obbligo nella ricetta ufficiale del Campionato Mondiale di Pesto Genovese al Mortaio),

e contemporaneamente è il protagonista assoluto dell’Aiè, una crema delle popolazioni della montagna ligure ottenuta anch’essa al mortaio con tuorli d’uovo, spicchi d’aglio fresco, olio extravergine di oliva e sale.

Nell’anno 2000 l’Aglio Bianco di Vessalico è diventato il primo Presidio Slow Food della nostra regione ed è uno degli ortaggi tipici del territorio e della sua cucina che la Rete Liguria Genuina promuove attraverso il proprio negozio di distribuzione di Via Prè.  

 Prenota la tua spesa!
Consegne due volte alla settimana a domicilio
o ritiro presso il nostro negozio
in Via Di Prè 7 (davanti a Porta dei Vacca)

“Telefona o passa dal negozio per saperne di più”