Notizie e Approfondimenti

Basilico, Basilisco e altre Magie

Cosa c’entra il basilico, la pianta che tutti conoscono per fare il Pesto, con il basilisco, l’immonda creatura che aveva corpo di serpente, cresta di gallo, ali di pipistrello ed era dotato di un veleno letale e un fiato che uccideva? C’entra eccome, perché il basilico era l’unico antidoto che poteva salvare i malcapitati che gli venivano vicino, almeno fino a quando San Siro, siamo a Genova nel 300 d.c., riuscì a convincere l’ultimo di quella specie, che viveva in un pozzo profondo dove ora si trova la Basilica, ad accomodarsi dentro un secchio, farsi tirar su e lasciarsi condurre alla vicina spiaggia nel mare dove infine sprofondò.

Si sa che le leggende hanno sempre un fondo di verità, in questo caso scommetterei sulla magia del basilico che dai tempi di Alessandro Magno, che lo introdusse in occidente, raccoglie referenze felici. Greci ed egiziani lo offrivano agli dei, adornava il santo sepolcro di Cristo che risorge, i crociati ne riempivano la stiva delle loro navi al ritorno in patria perché ritenevano la pianta tenesse lontano la sfortuna (oltre che gli insetti, le malattie e i cattivi odori), se ne facevano pozioni mediche e filtri d’amore. Secondo alchimisti e maghi il basilico aiutava l’uomo a recuperare il potere e la felicità perdute dopo la cacciata dall’Eden e propiziava la fortuna in una mente positiva. Più avanti nella storia ci saranno riscontri positivi a queste intuizioni e il basilico diventerà uno dei tonici più accreditati per il sistema nervoso. Recenti scoperte hanno dato ragione al botanico inglese John Gerard che agli inizi del ‘600 sosteneva che “il suo profumo aiuta il cuore e combatte la tristezza che proviene dalla malinconia, restituendo all’uomo il buonumore”. Oggi è dimostrato che l’olio essenziale di basilico svolge una forteazione antidepressiva, rilassa, combatte lo stress, stimola l’appetito, contiene un’alta percentuale di sostanze antiossidanti e ha moltissime altre qualità.

Ma veniamo al dunque: nel negozio di Via Prè comincia ad essere prenotabile il basilico degli agricoltori di Liguria Genuina, a partire da quelli che coltivano a Prà, a 1,5 Euro al mazzetto, a foglia piccola, fresco, appena colto, profumatissimo. È inutile raccontare quante cose si possono fare (non dico cucinare) con un basilico così, “per esempio” anche un Pesto Genovese da sballo che, soprattutto se ospitate foresti a pranzo, potrebbe farli cadere in vostra perpetua adorazione. Io però per restare in tema con le storie del basilisco e altre magie, dato che si comincia a star fuori, pandemia permettendo, cuocendo magari qualcosa alla brace dopo due trenette al pesto, suggerisco, per chi necessita di risposte d’amore, una stregoneria, mi dicono efficace, utilizzando solo due foglie due di basilico.

Mettete le due foglioline verdi sulla carbonella ardente: se bruciano in fretta e non si spostano il rapporto amoroso cui siete interessati sarà felice e sereno, se le foglie scoppiettano la relazione sarà burrascosa, se invece volano via dai carboni torcendosi la relazione è a rischio, meglio lasciar perdere. Un amico mi ha risposto: “Difficile che mi avanzino due foglie di basilico!”.

 Prenota la tua spesa!
Consegne due volte alla settimana a domicilio
o ritiro presso il nostro negozio
in Via Di Prè 7 (davanti a Porta dei Vacca)

“Telefona o passa dal negozio per saperne di più”